Le Otto Montagne

“Qualunque cosa sia il destino, abita nelle montagne che abbiamo sopra la testa”

Le otto montagne racconta la storia di Pietro, un ragazzino di città solitario e un po’ scontroso, del suo rapporto con i genitori, con il suo amico Bruno e, soprattutto, con la montagna.

La montagna, nella sua scarna bellezza, dura e selvaggia, segna l’anima per sempre, lascia l’impronta in chi vi è nato e in chi l’ha amata. Diventa una categoria dello spirito e, anche quando la si lascia in cerca di un altrove più conveniente, non ci si può mai staccare veramente da essa. Basta un suono, un profumo, e si è risucchiati. È questo che capita ai personaggi del romanzo, che non riescono a farne a meno, e vanno e ritornano, senza mai lasciarla veramente.

È una storia di padri e figli, di abbandono della civiltà, di libertà della vita selvatica. Ho sempre avuto il ricordo di una grande felicità vissuta da bambino tra i boschi.” (Paolo Cognetti).

Cast e info

Tratto da LE OTTO MONTAGNE di Paolo Cognetti – ed. Einaudi

Romanzo vincitore del Premio Strega 2017

 

Drammaturgia Francesca Sangalli

Regia Marta Maria Marangoni

Con Alex Cendron, Giuliano Comin

e con la performer Alice Bossi

voce fuori campo Arianna Scommegna

musiche Fabio Wolf

Installazioni e azioni sonore Dario Buccino

Consulenza drammaturgica Diego Vincenti

Consulenza scenografica Marco Teatro

Assistente alla regia Ida Treggiari

Foto di scena Sabrina Casiroli

 

organizzazione e comunicazione Dianora Zacchè

amministrazione Vittorio Renuzzi

prodotto da Minima Theatralia

Inserito nel progetto Il bosco segreto di Milano, realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariplo.